Giovedì, 09 Aprile 2020

VINO: A ‘BENVENUTO BRUNELLO USA’ CORO UNANIME ANTI-DAZI

Gen 29, 2020

BINDOCCI (PRES. CONSORZIO BRUNELLO): +75% LE FASCETTE RICHIESTE A FINE 2019

(San Francisco, 29 gennaio 2020). Il Brunello di Montalcino sbanca negli Usa e fa il pieno in vista dei possibili dazi aggiuntivi. Si chiudono oggi le due tappe di New York (foto) e San Francisco nel principale Paese di sbocco (30% la quota export) per il principe dei vini toscani. Circa 1.000 gli operatori intervenuti per 50 aziende accreditate agli eventi di Benvenuto Brunello Usa e un coro unanime: no ai dazi.

“Tra metà novembre e fine dicembre – ha detto il presidente del Consorzio Brunello di Montalcino, Fabrizio Bindocci - abbiamo registrato un volume di richieste di fascette di Stato per l'immissione di bottiglie sul mercato del 75% superiore allo stesso periodo 2018 (3,5 milioni contro 2 milioni). Un dato senza precedenti, che ha permesso a molti nostri produttori di spedire oltreoceano il vino a gennaio e che la dice lunga su quanto i dazi preoccupino anche i nostri partner commerciali statunitensi”. Il prossimo appuntamento è in Italia, dal 21 al 24 febbraio, con Benvenuto Brunello e quella che sembra essere la super annata 2015.

 

    

 

Nelle immagini l’evento del 27 gennaio “Benvenuto Brunello in New York City 2020” al Gotham Hall di Broadway, New York.

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn