Mercoledì, 05 Agosto 2020

GLI OBIETTIVI DELL’AGENDA 2030 AL CONVEGNO SU COMUNICAZIONE SOSTENIBILE DEL PREMIO SAN BERNARDINO

“#FridaysForFuture non è un movimento buonista. Chiediamo giustizia sociale e climatica e continueremo a scendere in piazza, non per marinare la scuola ma per chiedere il contenimento dell’aumento della temperatura media globale entro 1,5° e un nuovo modello di sviluppo economico”. Così Marianna Panzarino, una delle prime attiviste ad aver contribuito alla nascita in Italia del movimento Fridays For Future Italia promosso da Greta Thunberg, intervenendo oggi a Roma al convegno del 17° Premio San Bernardino sulle sfide della comunicazione ecosostenibile.

DAL FRIDAY FOR FUTURE ALL'ECO-MARKETING AI GREEN-INFLUENCER: I NUOVI PROTAGONISTI DELL'AMBIENTE 4.0

Dall’attivista di #FridaysForFuture agli obiettivi dell’Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile, dall’eco-marketing agli influencer nell’era del green new deal, dall’impennata del fenomeno bio fino al ruolo delle fiere a tutela dell’ecosistema di mercato e all’ecologia della parola. Sono alcuni dei temi al centro del convegno del Premio San Bernardino in programma domani, 3 dicembre, alla Lumsa di Roma (aula magna, via Borgo Sant’Angelo 13 - dalle 14.00 alle 18.00) e che per la sua 17^ edizione punterà il faro sulle sfide della comunicazione ecosostenibile.

IL 3 DICEMBRE A ROMA I VINCITORI DEL PREMIO SAN BERNARDINO

L’ironia come chiave per insegnare le regole del riciclo perché “non serve farsi le trecce per salvare il mondo”; i mitici Transformers che spronano i più giovani a “trovare il coraggio di diventare l’eroe di qualcuno” e ancora la spiaggia, un “paradiso dove non c’è posto per la plastica”. Sono alcune delle otto video campagne advertising finaliste del 17° Premio San Bernardino per la pubblicità socialmente responsabile in programma a Roma, martedì 3 dicembre (ore 9.15, Aula Magna Lumsa, via Borgo S. Angelo, 13) e organizzato da May Communication in collaborazione con l’università Lumsa. Consumo sostenibile, corretto utilizzo della plastica, riciclo ma anche temi sociali come il bullismo, la solidarietà declinata in diversi ambiti che vanno dalla donazione del midollo fino all’adozione a distanza e alla lotta alla povertà che nega sogni e opportunità. Questi i contenuti degli spot in finale, equamente suddivisi nelle due categorie del Premio, profit e no profit per ciascuna delle quali verrà individuato il vincitore.

(Roma, 14 novembre 2019). La comunicazione ecosostenibile è il tema della diciassettesima edizione del Premio San Bernardino, l’evento organizzato a Roma il prossimo 3 dicembre da MAY Communication in collaborazione con l’Università LUMSA di Roma. In primo piano, alla LUMSA di Borgo Sant’Angelo, il Premio per la pubblicità socialmente responsabile nelle categorie Profit e Non Profit. A giudicare le campagne pubblicitarie, il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio; il past president di Pubblicità Progresso, Alberto Contri; il giornalista-vaticanista, Lucio Brunelli; la giornalista del Corriere della Sera, Sara Gandolfi; il Prorettore dell’Università Lumsa Gennaro Iasevoli; il docente dell’Università Urbaniana, Luca Pandolfi e Nataša Govekar, della direzione Teologico Pastorale del Dicastero Vaticano per la Comunicazione.

VENERDI’ 19 E SABATO 20 LUGLIO APPUNTAMENTO CON LA TECNOLOGIA SOSTENIBILE NEI VIGNETI DEL PROSECCO SUPERIORE DOCG

(Susegana - TV, 17 luglio 2019). Appuntamento sulle colline Patrimonio dell’Umanità Unesco di Conegliano e Valdobbiadene per la terza edizione di Vite in Campo, l’evento dedicato alla viticoltura innovativa e sostenibile in calendario il 19 e 20 luglio a Susegana (TV) e organizzato da Condifesa Treviso, Vicenza e Belluno (TVB) in collaborazione con il Consorzio di tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg, il Consorzio di tutela Prosecco Doc e il Consorzio tutela vini Asolo Montello e sotto il coordinamento de L’Informatore Agrario e Vite & Vino.

SVELATO OGGI IL PROGRAMMA DI “VITE IN CAMPO 2019”, 24-25 MAGGIO A SUSEGANA (TV)

(Susegana - TV, 16 maggio 2019). Più tecnologia e meno impatto ambientale per una produzione sostenibile e di qualità. E’ l’obiettivo del sistema-Prosecco evidenziato oggi durante la conferenza stampa di presentazione di Vite in Campo 2019, la due giorni dedicata alla viticoltura innovativa e sostenibile in programma i prossimi 24 e 25 maggio a Susegana (TV), organizzata da Condifesa Treviso, Vicenza e Belluno (TVB) in collaborazione con il Consorzio di tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg, il Consorzio di tutela Prosecco Doc e il Consorzio tutela vini Asolo Montello e sotto il coordinamento de L’Informatore Agrario e Vite & Vino.

LE INNOVAZIONI PROTAGONISTE DELLA PROSSIMA EDIZIONE DI “VITE IN CAMPO”: 24 E 25 MAGGIO, SUSEGANA - TV

(Conegliano - TV, 3 maggio 2019). Sono 12 i vincitori del concorso “Innovazione sostenibile in viticoltura 2019”, che ogni anno in occasione del Forum macchine premia le migliori soluzioni tecnologiche per il lavoro in vigna. L’annuncio oggi presso il Cirve (Centro interdipartimentale per la ricerca in viticoltura ed enologia) di Conegliano (TV) in occasione della 3^ edizione del Forum, l’evento-prologo che preannuncia “Vite in Campo” (24-25 maggio, Susegana – TV), la manifestazione dedicata alla viticoltura innovativa e sostenibile organizzata da Condifesa Treviso, Vicenza e Belluno in collaborazione con il Consorzio di tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg, il Consorzio di tutela Prosecco Doc e il Consorzio tutela vini Asolo Montello e sotto il coordinamento de L’Informatore Agrario e Vite & Vino.

Torna il 24 e 25 maggio a Susegana (TV - Azienda Agricola Conte Collalto) Vite in Campo, l’appuntamento dedicato alla viticoltura innovativa e sostenibile che da ormai tre anni vede la filiera del Prosecco fare fronte unito per una produzione di qualità sempre più green e attenta all’ambiente. Organizzata da Condifesa Treviso, Vicenza e Belluno in collaborazione con il Consorzio di Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg, Il Consorzio di Tutela Prosecco Doc e il Consorzio Tutela Vini Asolo Montello e sotto il coordinamento de L’Informatore Agrario e Vite & Vino, la due-giorni si concentra sulle sfide dell’innovazione per una difesa fitosanitaria sostenibile, la gestione del sottofila con metodi alternativi al diserbo chimico, l’utilizzo di macchine e trattori nei vigneti di pianura e di collina e l’adozione di sistemi IoT (Internet of Things) in vigna e in cantina.