Domenica, 18 Agosto 2019

Comunicati stampa (404)

DA DOMANI APPUNTAMENTO CON I DUE BIANCHI SIMBOLO DELL’ENOLOGIA MARCHIGIANA

(Jesi – An, 3 Luglio 2019). Saranno due giornate all’insegna di due vini bianchi cult delle Marche, quelle di domani e di venerdì 5 luglio, che vedono protagonisti al festival agrirock di Barolo il Verdicchio e il Bianchello del Metauro, tra eventi business e gourmet a cura dell’Istituto marchigiano di tutela vini (Imt).

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

SU VITE&VINO TUTTI GLI STOCK DI VINO ITALIANO DA REGISTRO TELEMATICO ICQRF

Lievitano le giacenze di Cantina Italia, scendono i prezzi del vino, si accelera nell’export. È la fotografia data da Vite&Vino – bimestrale de L’Informatore Agrario in uscita lunedì 8 luglio – a uno dei prodotti bandiera del made in Italy. Un quadro complesso, quello ricavato incrociando i dati dei registri telematici dell’Icqrf (Ispettorato centrale Repressione Frodi) - oltre ai numeri di Istat e Ismea (Istituto mercati agricoli) -, che evidenzia giacenze a fine maggio di quest’anno di prodotti a denominazione a quasi 38 milioni di ettolitri, l’equivalente di 5 miliardi di bottiglie Dop e Igp tra vini rossi, rosè e bianchi.

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Resistenti alle malattie e ai cambiamenti climatici, la genetica applicata ai nuovi vitigni fa di conseguenza meglio anche sul fronte del minor uso degli agrofarmaci. Per difendere un vitigno resistente, infatti, si impiegano 0,85 kg/ha di rame, 16 kg/ha di zolfo 40 litri di gasolio e zero prodotti sintesi. Meno della metà rispetto al vigneto convenzionale, per il quale sono stati utilizzati 1,6 kg/ha di rame, 32 kg/ha di zolfo, 140 litri di gasolio e 24 kg/ha prodotti sintesi. È quanto emerge dall'indagine riportata nell’ultimo numero disponibile de L’Informatore Agrario realizzata nel Trevigiano su vigneti in areale di collina a medio rischio nel 2018. Una tendenza ecologica, quella dei vitigni resistenti, che in diversi parametri fa 4 volte meglio anche di quelli biologici: 4 kg/ha di rame, 59 kg/ha di zolfo 220 litri di gasolio e zero prodotti sintesi.

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

GIOVEDI’ 27 GIUGNO ALL’HOTEL PARCO DEI PRINCIPI I RISULTATI DELLA RICERCA DELL’UNIMC SULLE CANTINE PICENE

(Offida – AP, 24 giugno 2019). Marketing, dogane e tutela del brand aziendale. Sono solo alcuni dei temi al centro di "Punti di forza e criticità dell'export del vino piceno", il workshop organizzato dal Consorzio vini piceni in collaborazione con l’Università di Macerata, Mar.Bre Srl. e International Route Srl, in programma giovedì 27 giugno (ore 17.30) all’hotel Parco dei Principi di Grottammare (AP – lungomare Alcide de Gasperi, 90).

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn