Giovedì, 21 Ottobre 2021

Comunicati stampa (659)

TORNA LA TRE-GIORNI DI QUINTEGIA PER LA COMMUNITY B2B DELL’ECOSISTEMA DELLA MOBILITÀ

L’ecosistema della mobilità tra digitalizzazione, elettrificazione, sostenibilità e servitizzazione. Si prepara a intercettare le direttrici di sviluppo del settore l’edizione 2021 di Automotive Dealer Day (#ADD21), l’appuntamento annuale di Quintegia con l’intera community B2B del comparto che, per la prima volta dopo oltre un anno, torna ad incontrarsi a Veronafiere i prossimi 14, 15 e 16 settembre. Sull’orizzonte, l’espansione del business in uno scenario in continua evoluzione, dagli attori protagonisti ai processi per uno sviluppo sempre più sostenibile nella triplice chiave ambientale, sociale ed economico-finanziaria, fino ai modelli lavorativi e distributivi e all’impatto incrementale delle nuove tecnologie.

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Il Brunello di Montalcino, un Biondi Santi 2013, protagonista accanto alla coppa dei campioni d’Europa (foto) alla cena romana di ieri sera all’hotel Parco dei Principi. È l’istantanea, immortalata sul sito del Consorzio (https://bit.ly/36wM3ST), della serata di festeggiamenti degli Azzurri dopo l’accoglienza della squadra al Quirinale e a Palazzo Chigi. “Abbiamo scelto il Brunello di Montalcino – ha spiegato il direttore dell’albergo, Daniele Saladini - perché sappiamo che è un vino amato dalla Nazionale italiana”. Due simboli dell’Italia che, secondo il presidente del Consorzio Fabrizio Bindocci “incarnano i valori del made in Italy nel mondo. E con il Brunello anche noi brindiamo all’Italia”.

Photocredit in copertina: Consorzio del vino Brunello di Montalcino

 

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

CASTELLETTI: LA NORMA E’ CHIARA, COMMISSIONE PROTEGGA LE PROPRIE IG

Sono oltre 620 milioni le bottiglie prodotte dalle tre Do del Prosecco; di queste, 370 milioni sono esportate. Complessivamente il mercato dello sparkling tricolore più famoso nel mondo vale 2 miliardi di euro di fatturato annuo di cui un miliardo all’estero (2020), l’equivalente del 16% sul totale export italiano. Numeri, rileva Unione italiana vini (Uiv) in merito alla vicenda legata al ‘Prosek’ croato, che dimostrano quanto il sistema Prosecco sia bandiera del nostro vino nel mondo, e la sua tutela rappresenta una garanzia non solo per la denominazione ma per tutto il made in Italy enologico. Per questo Uiv condivide l’annuncio odierno del ministro delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli, di essersi attivato presso la Commissione europea in opposizione formale alla domanda di registrazione di menzione tradizionale del prodotto croato.

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

L’AMARONE DELLA VALPOLICELLA RISERVA “ARMANDO GIANOLLI CILIEGIO 2011” TRA I 36 VINI PLATINO D’ITALIA

Platino, oro e bronzo: brillano le tre medaglie de La Collina dei Ciliegi ai Decanter World Wine Awards (Dwwa), il più esteso e prestigioso concorso vinicolo internazionale che, per l’edizione record 2021, ha valutato più di 18mila campioni di vino da 56 Paesi in tutto il mondo. E a distinguersi tra i 36 vini “platino” italiani c’è proprio l’Armando Gianolli Ciliegio 2011, l’Amarone della Valpolicella Riserva della griffe vitivinicola della Valpantena che ha guadagnato un punteggio di 97 centesimi conquistando i giurati con le sue note di “erbe essiccate, ciliegie rosse e bouquet di spezie; grande freschezza al palato con ciliegie rosse, caffè, spezie di bosco e sentore di funghi […]”. Medaglia d’oro invece per l’annata 2016 dell’Amarone della Valpolicella Ciliegio (95 i punti attribuiti), seguito dall’Amarone della Valpolicella 2017 (88 punti) che si è aggiudicato quella di bronzo.

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn