Mercoledì, 27 Gennaio 2021

Un vento dell'Est (Europa) soffia sul vino italiano. Su Il Sole 24 Ore Giorgio Dell'Orefice analizza l'andamento positivo della domanda di vino italiano nell'Est Europa sulla base dei dati dell'Osservatorio Vinitaly-Nomisma Wine Monitor, che vedono gli acquisti di vino made in Italy aumentare del 4,3% nei primi 9 mesi 2020. Un dato incoraggiante e in controtendenza in un anno fortemente segnato dalla "crisi da Covid" (-4,6% in valore il dato 2020 dell'export di vino italiano nel mondo). 

Leggi il pezzo integrale con i commenti, tra gli altri, del dg di Veronafiere, Giovanni Mantovani, e di Denis Pantini, responsabile dell'Osservatorio. 

SU ENOTURISMO E INVESTIMENTI CONCENTRARSI ANCHE SU PLAFOND AGGIUNTIVO PSR DI 1,2 MLD DI EURO GRAZIE A RECOVERY FUND

“Nell’intervento a wine2wine, la ministra Bellanova ha messo in campo i principali nodi da sciogliere e su cui lavorare con estrema attenzione già nel breve termine. Abbiamo apprezzato la concretezza della ministra: serve un cambio di marcia, un nuovo deal per garantire al settore una veloce transizione fuori dalla crisi”. Lo ha detto, oggi a Veronafiere nel corso del convegno online di filiera di wine2wine, il presidente dell’Unione italiana vini (Uiv), Ernesto Abbona.

Il vino italiano getta le basi della ripartenza, dai nuovi strumenti online come i Wine club alla diversificazione dei canali di vendita e dei mercati d'esportazione, passando per la brand awareness e la rivoluzione del marketing e della comunicazione. Su Il Sole 24 Ore Giorgio dell'Orefice presenta i risultati dell'indagine sul "Wine business nell'era post Covid-19" realizzata dall'Osservatorio Vinitaly-Nomisma Wine Monitor per wine2wine.

Leggi il pezzo completo

FRANCIA KO, ITALIA GIÙ. PREOCCUPA PREZZO MEDIO AD APRILE (VS TRIMESTRE): -18% IN UK, -7% IN GERMANIA

IMPORT DA MONDO - Lockdown amaro per gli scambi di vino nelle 2 principali piazze europee, Germania e Regno Unito. Complessivamente, rileva l’analisi dell’Osservatorio Vinitaly-Nomisma Wine Monitor su base dogane, le importazioni (a valore) da mondo dei due top buyer sono calate nel primo quadrimestre rispetto al pari periodo 2019 dell’8,9% in Germania e del 13,3% nel Regno Unito, con un aprile ancora più nero: -19,7 per i primi, -17,5% per i secondi.

"Soffre ma resiste, per ora, il vigneto Italia all'attacco del Covid-19 sul fronte dei mercati extra-Ue. Al contrario del suo principale competitor, la Francia. Nel mese di aprile l'Italia perde il 7,2 contro il -22,2 francese...". Nell'articolo di Giorgio dell'Orefice e Alessio Romeo uscito sabato sul Il Sole 24 Ore (pag. 27) le rilevazioni dell'osservatorio Vinitaly-Nomisma Wine Monitor con il commento di Giovanni Mantovani, dg di Veronafiere.

 

Scarica il ritaglio completo

"Condivisione unanime di tutte le associazioni, che hanno espresso un ampio sostegno, oltre a un grande attaccamento e riconoscimento a Vinitaly per il suo ruolo nel settore. Decisione sofferta quindi da parte di tutti, ma necessaria". Così Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere, sulla decisione di posticipare Vinitaly al 2021, nell'intervista di Giulio Somma uscita ieri online sul sito dell'Unione Italiana Vini e inserita nella newsletter dell'associazione.

 

Scarica il ritaglio completo

Link al pezzo online

"Un'iniziativa al servizio del vino italiano legata al business e alla comunicazione, in cui incroceremo il nostro sistema di relazioni internazionali e tutto il nostro know how sui mercati". Così Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere, sull'iniziativa autunnale lanciata dopo il posticipo al 2021 di Vinitaly, nell'intervista di Loredana Sottile per i Tre Bicchieri del Gambero Rosso di ieri , 26 marzo (pag. 24-27, anticipata in copertina).

 

Scarica il ritaglio completo

La crisi da Covid-19 rischia di trasformare il 2020 in un annus horribilis anche per il sistema fieristico europeo e italiano. Il punto con Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere, ai microfoni di Americo Mancini e Francesco Ventimiglia nella puntata di oggi della rubrica economica Sportello Italia di Radio1 Rai.


Ascolta l’intervista (dal minuto 00’22’’)

SVELATE 21 ‘FOGLIE DELL’INNOVAZIONE’ IN AGRICOLTURA

(Verona, 29 gennaio 2020). Dall’agricoltura a basso impatto ambientale alle soluzioni più innovative per migliorare il benessere animale, sono 21 le ‘Foglie dell’Innovazione’, 10 d’oro e 11 d’argento, assegnate ieri sera da L’Informatore Agrario e Fieragricola per la terza edizione del Premio Innovazione, alla vigilia della rassegna internazionale di riferimento per il settore primario (Veronafiere, 29 gennaio-1° febbraio). A salire sul podio trattori elettrici e a guida autonoma, sensori di ultima generazione per la mappatura del terreno e il monitoraggio delle piante, ma anche i dispositivi più all’avanguardia per la salubrità nelle stalle e la cura del bestiame.

IN PROGRAMMA A VERONA WORKSHOP E DEGUSTAZIONI

(Verona, 28 gennaio 2020). Sei workshop e 7 dimostrazioni teoriche e pratiche, ma anche 8 blind tasting a prova di intenditore, alla scoperta delle caratteristiche organolettiche dei vini da vitigni resistenti e senza solfiti. È l’offerta formativa riservata agli specialisti del vigneto targata L’Informatore Agrario in collaborazione con Fieragricola, storica rassegna dedicata al settore primario (29 gennaio – 1° febbraio, Veronafiere, pad. 4 area forum vigneto). L’obiettivo è quello di sostenere gli operatori del settore nel percorso verso una viticoltura sempre più sostenibile e aiutarli a incontrare la domanda di prodotti sempre più “naturali”.