Venerdì, 22 Novembre 2019

AL SERVICE DAY DI QUINTEGIA E ASCONAUTO LA PRESENTAZIONE DEL SERVICE CUSTOMER STUDY 2019

Accessibile, comoda, conveniente e trasparente, ma soprattutto digitale. La immaginano così gli automobilisti italiani l’officina del futuro, a cui chiedono prenotazioni online, servizi di qualità, chiarezza nelle informazioni e flessibilità oraria. È quanto emerge dal Service Customer Study, l’indagine condotta da Quintegia su un campione di oltre 1.600 clienti italiani e presentata oggi al Service Day di Brescia (Brixia Forum, 8-9 novembre).

AL BRIXIA FORUM TUTTI I PROTAGONISTI E TREND DEL COMPARTO POST VENDITA

“Il nuovo futuro del post vendita” sotto i riflettori per la seconda edizione di Service Day, un evento di Quintegia da un’idea di AsConAuto in programma venerdì 8 e sabato 9 novembre al Brixia Forum di Brescia e dedicato al business dell’aftersales, un segmento del settore auto da oltre 30 miliardi di euro in Italia con decine di migliaia di professionisti. Riservato a tutti i protagonisti nel mercato dell’assistenza e riparazione auto (officine autorizzate e indipendenti, carrozzerie, concessionarie, case auto e aziende specializzate), la due-giorni punta a fornire linee guide e spunti per adattarsi e anticipare il cambiamento, anche grazie all’aggiornamento del Service Customer Study, indagine condotta da Quintegia su un campione di oltre 1.600 automobilisti italiani.

EUROCAR (PORSCHE HOLDING) SORPASSA AUTOTORINO AL VERTICE

Rappresentano solo il 5% degli imprenditori nella distribuzione auto ma valgono circa un quarto dell’intero mercato, per un valore salito a oltre 15 miliardi di euro. I 50 top concessionari italiani accelerano nonostante un 2018 in recessione e segnano una crescita del 10% sul 2017, portando la progressione del fatturato medio nell’ultimo decennio a +54%. È lo scenario presentato ieri da Quintegia nell’ambito dell’Annual Meeting - Top Dealer Network, l’incontro a porte chiuse della community dei più grandi dealer italiani che ha anticipato l’Automotive Forum, in corso oggi a Milano.

Dai bilanci 2018 dei concessionari italiani emerge che i 50 top dealer sono sempre più decisivi sul mercato, con una quota vicina al 25% del totale delle auto nuove vendute lo scorso anno, prevista in aumento al 29% per il 2019. Tra questi, ancora più performanti sono i primi 10 dealer della classifica per fatturato, con Eurocar in testa, seguita da Autotorino e Intergea.

Nel pezzo di Luciano Mondellini su MF l'analisi di Quintegia presentata a Milano in occasione dell'Annual Meeting - Top Dealer Network

Leggi il ritaglio completo

DOMANI A MILANO CON “AUTOMOTIVE FORUM” IL PUNTO SU INNOVAZIONE E TREND DELLA FILIERA AUTO

Sempre più digital, sharing e desiderosi di autonomia, i giovani non rinunciano al sogno di possedere un’auto. È la sintesi di Quintegia sulle preferenze della generazione “smart”, una fascia di consumatori tra i 18 e i 25 anni dallo stile di vita attivo e particolarmente attenti a nuove tecnologie e formule di consumo, fotografata dall’“Automotive Customer Study 2019” della società trevigiana di ricerca, networking e formazione, sotto i riflettori domani nell’ambito dell’Automotive Forum di Milano (Spazio Antologico – East End Studios). Secondo l’indagine, infatti, 1 giovane smart su 2 immagina di possedere un’auto tra 10 anni, una percentuale che scende al 46% se si prendono in considerazione i consumatori di ogni età.

AUTOMOTIVE FORUM TORNA A MILANO IL 24 SETTEMBRE

La geografia dei processi di acquisto dell’auto in concessionaria e sul web, l’identikit del cliente italiano online e la gestione dei dati, ma anche le soluzioni integrate, i servizi e le strategie di sviluppo. Torna il 24 settembre a Milano (Spazio Antologico – East End Studios) Automotive Forum, l’appuntamento autunnale targato Quintegia, una full immersion pensata per il comparto automotive che punta sull’“Innovazione: la nuova regola del business auto”.

APPUNTAMENTO A VERONAFIERE PER LA 18^ EDIZIONE DAL 19 AL 21 MAGGIO 2020

(Verona, 16 maggio 2019). Si è chiusa oggi la tre giorni dell’Automotive Dealer Day di Quintegia, l’evento di riferimento in Europa per il settore auto, che dal 14 maggio ha accolto a Veronafiere quasi 5mila operatori (il 10% in più rispetto al 2018). Sessanta incontri, tra workshop, focus, seminari e meeting con la stampa, con la presenza di circa il 70% dei concessionari nazionali, 14 case automobilistiche e 6 associazioni di categoria, per fare il punto su un comparto che vale 195 miliardi di euro di giro d’affari complessivo e che incide per l’11,1% sul Pil del Paese.

BET (QUINTEGIA): DEALER PRONTI AD ACCELERARE SU INNOVAZIONE ENTRO I PROSSIMI 3 ANNI

La giapponese Suzuki supera Porsche dopo 2 anni di dominio e vince il Dealerstat 2019, l’indagine annuale di Quintegia sul grado di soddisfazione dei concessionari nel rapporto con le case automobilistiche (32 marchi in totale), presentata oggi a Veronafiere nel corso dell'Automotive Dealer Day. A completare il podio, Mercedes che recupera ben 7 posizioni e si piazza al terzo posto. A seguire nella top 10, in ordine, anche Toyota, Bmw, Volvo, Ford, Mini, Kia e Land Rover.

Una tecnologia dominante e centralizzata per snellire l’attività aziendale e garantire uno sviluppo rapido e autonomo. È questa l’intuizione alla base del “modello Autostar”, il piano di digital transformation che è valso allo storico gruppo fondato da Arrigo Bonutto il Premio per l’Innovazione gestionale 2019. Il riconoscimento, riservato al dealer che più si è distinto per innovatività nella gestione della propria azienda, è stato consegnato oggi nella sessione “Business Remix” all’Automotive Dealer Day, in corso fino a domani a Veronafiere.

“DEALER ATTORI PROTAGONISTI NELLA MOBILITA’ DEL FUTURO”

“Andiamo verso una dematerializzazione del prodotto e della vendita auto: nel settore cambierà la catena del valore e la maggior parte di questo valore tra 3-4 anni sarà infatti nel software e non più nell’hardware delle vetture. Liquidità e flessibilità sono il futuro ma dobbiamo fare attenzione alla confusione e al dogmatismo di questo periodo, che è sì di transizione ecologica e digitale ma non sarà così veloce. È però anche sbagliato rifiutare il cambiamento: tutta la filiera, compresi i dealer che vogliamo siano attori protagonisti, deve capire come gestire le linee di business della mobilità del futuro, a prescindere dai benefici nel breve termine”.
Lo ha detto, oggi in una videointervista di Quintegia nel corso dell’Automotive Dealer Day di Verona, il presidente di Seat, Luca de Meo. “Entro il 2020 usciranno 2 modelli elettrici e siamo convinti del potenziale di mercato di questa tecnologia – ha proseguito De Meo – tanto che entro il 2025 dovremmo avere un 20-25% di vetture puramente elettriche”.