Venerdì, 21 Febbraio 2020

 

GIANOLLI (AD): PIÙ VICINO TARGET DA 1MLD DI EURO ENTRO 2021

 

OTTIMA PERFORMANCE REDDITUALE

  • Utile netto pari a 4,2 milioni, + 43% sul 2018

 

ULTERIORE CRESCITA DEL CORE BUSINESS NELL’AMBITO DEL “DISTRESSED FINANCING”

  • Turnover a 590 milioni, + 23% rispetto al 2018
  • Erogato a 445 milioni, +27% sul 2018

 

BASSO PROFILO DI RISCHIO ED ELEVATA QUALITà DEL PORTAFOGLIO

  • Net Non Performing Exposure Ratio a 0,6%[1], fra i più bassi del settore finanziario italiano

 

Milano, 20 gennaio 2020. Utile netto a + 43% sul 2018; turnover a +23%; erogato a +27%. Generalfinance, l’intermediario finanziario vigilato specializzato nel factoring verso le Pmi, in particolare quelle distressed, chiude il 2019 con tutti gli indicatori in crescita a doppia cifra. Lo comunica la società con sede a Milano e Biella guidata da Massimo Gianolli, in seguito all’approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione dei risultati preliminari al 31 dicembre 2019 - redatti secondo i principi contabili internazionali IAS/IFRS - avvenuta in data 17 gennaio u.s.

VINO, TURISMO E MARKETING, LA COLLINA DEI CILIEGI FA IL PIENO DI RICONOSCIMENTI

Ca’ del Moro, il wine retreat della cantina veronese La Collina dei Ciliegi, si aggiudica il premio “Stanze italiane”, il riconoscimento assegnato dal Touring Club alle strutture ricettive che più si sono distinte per atmosfera familiare, cura dei dettagli e servizio puntuale, conferito quest’anno solo a 4 realtà del Belpaese.

"Parterre di wealth manager a Erbin, Verona, all'en primeur de La Collina dei Ciliegi del finanziere-viticoltore Massimo Gianolli, che ha adottato questa esclusiva forma di vendita diretta, storicamente utilizzata dai francesi, per i suoi Amaroni top". L'articolo di oggi su La Repubblica - Affari & Finanza, firmato da Paola Jadeluca (pag. 21).

 

Scarica il ritaglio completo

"In principio, 200 anni fa, furono gli inglesi. poi la Francia, Bordeaux per l'esattezza. Così è iniziata la pratica chiamata 'EnPrimeur, cioè la vendita, destinata esclusivamente ai commercianti, delle barrique di vino prima ancora che questo venga messo in bottiglia. (...) Una pratica che sta iniziando a diffondersi anche in Italia ma con un metodo nuovo, quello della vendita delle barrique direttamente ai privati. (...) E da qualche anno c'è anche una cantina della Valpolicella - La Collina dei Ciliegi - con uno dei migliori vini italiani, l'Amarone". Così Paolo Zappitelli sabato mattina nel suo articolo (a pag. 21) su Il Tempo a proposito dell'Amarone en primeur de La Collina dei Ciliegi.

 

Leggi il ritaglio completo

"Investire nel vino, più precisamente in pregiate bottiglie di Amarone della Valpolicella, da utilizzare quasi fossero futures finanziari". Oggi su MF-Milano Finanza (a pag. 13) Manuel Follis parla dell'Amarone en primeur de La Collina dei Ciliegi, di cui nel weekend del 7-8 settembre a Erbin (Valpantena, Verona) è stata presentata l'annata 2015 appena imbottigliata.

 

Scarica il ritaglio completo

GIANOLLI (PRES. LA COLLINA DEI CILIEGI): OBIETTIVO VENDITE EN PRIMEUR PER 3 BOTTIGLIE SU 4

A Bordeaux è da più di due secoli una pratica commerciale, in Valpolicella sta diventando una tendenza esclusiva riservata agli appassionati di Amarone. L’en primeur, questo il termine tecnico per definire l’investimento di vino pregiato direttamente in botte, si fa largo in Valpolicella grazie a un’azienda – La Collina dei Ciliegi – che punta su questa esclusiva forma di vendita diretta per i propri vini più preziosi. “I nostri interlocutori non sono i negociant come in Francia – ha detto il presidente de La Collina dei Ciliegi e imprenditore della finanza, Massimo Gianolli –, ma manager, capitani d’industria, professionisti e anche banchieri e gioiellieri disposti a scommettere più sul gusto che sui wine features. Acquistano le nostre barrique (225 litri), con targhette personalizzate, che risposano e affinano per anni in cantina, e come in un club spesso alloggiano nel nostro wine resort per partecipare alle prove da botte, così come all’imbottigliamento. Una passione - ha aggiunto - che per noi significa mercato: solo per l’annata 2015 hanno aderito 14 primeuristi ed entro 3 anni puntiamo a vendere il 75% del nostro amarone ‘cru’ con questa formula”.

LA COLLINA DEI CILIEGI IN CAMPO CON L’AMARONE E LO STELLATO BARTOLINI PER CAMPIONATO E COPPE DI INTER E MILAN

(Erbin – VR, 23 agosto 2019). Palla al centro e calici alzati nelle Skylounge 1 e 2 di San Siro per l’inizio del campionato di calcio di serie A. Per il settimo anno consecutivo, La Collina dei Ciliegi torna, infatti, torna a gestire in partnership con Hospitality Milano l’offerta food&wine delle Skylounge VIP dello stadio meneghino, in occasione delle partite casalinghe di FC Internazionale e AC Milan della prossima stagione che comprende, oltre alla serie A, la Coppa Italia e, nel caso del club nerazzurro, la Champions League.

RACCA E BIONDINI, DUE NUOVI MANAGER PER RAFFORZARE LA SQUADRA. OBIETTIVO TURNOVER A 1,2 MLD EURO PUNTANDO SU UTP, DIGITALIZZAZIONE E INNOVAZIONE

Milano, 10 luglio 2019. Prosegue, anche nel primo semestre 2019, la crescita a doppia cifra di Generalfinance, factor specializzato nella finanza alle imprese “distressed”. Nei primi sei mesi dell’anno l’incremento del turnover è stato superiore al 20% rispetto allo stesso periodo 2018 e l’erogato si è incrementato del 30%, confermando il costante trend positivo che ha visto una crescita media annua (Cagr, periodo 2016-2018) dell’utile netto del 22%, ben al di sopra della media di settore.

(Erbin - VR, 4 aprile 2019). La Collina dei Ciliegi punta su Vinitaly e raddoppia lo spazio espositivo passando dagli 80 ai 199 mq (pad. 8, stand E3-E4), con un concept rinnovato totalmente in chiave business. Nel nuovo stand della cantina fondata nel 2010 da Massimo Gianolli, imprenditore della finanza che ha trasformato la sua passione per il vino in un asset del made in Italy, oltre alla wine library delle 23 etichette dell’azienda espressione della Valpantena (zona doc Valpolicella), anche un’area specifica per degustazioni ed eventi in grado di ospitare fino a 40 persone.

Verona, 28 novembre 2018. È la Collina dei Ciliegi, start up vitivinicola dell’imprenditore della finanza Massimo Gianolli, la “best practice di valorizzazione del territorio” di Save the Brand 2018, quinta edizione del premio nazionale organizzato da LC Publishing Group sul Made in Italy delle tre ‘F’, fashion, food e furniture.
Il riconoscimento, assegnato ieri sera al Four Seasons Hotel di Milano, individua nell’azienda con sede a Erbin (Grezzana, Verona) “l’impegno nel sostenere la competitività e l’attrattività della Valpantena-Lessinia”.