Martedì, 24 Novembre 2020

PAVAN BERNACCHI: "LE IMMATRICOLAZIONI IN ITALIA TORNANO SOPRA LE 200.000 UNITÀ. MERCATO POMPATO O BOOM DEGLI ACQUISTI? EMBLEMATICHE LE 47MILA TARGHE DELL’ULTIMO GIORNO. MARZO SPINGE IL TRIMESTRE A +11,9%”.

PAVAN BERNACCHI: "IL 27% CIRCA DELLE IMMATRICOLAZIONI DEL MESE, OVVERO CIRCA 50.000 TARGHE, SONO STATE GENERATE L’ULTIMO GIORNO. TUTTO NORMALE O LA CARTINA DI TORNASOLE DI ENORMI FORZATURE FATTE A SUON DI AUTO-IMMATRICOLAZIONI E ALTRO?”. BLOCCHI DELLA CIRCOLAZIONE A TORINO. PAVAN BERNACCHI: “E’ ASSURDO BLOCCARE I DIESEL EURO 6 E I CARBURANTI ALTERNATIVI. INOLTRE È IMMORALE SPREMERE COME LIMONI GLI AUTOMOBILISTI A SUON DI BOLLI, SUPERBOLLI, ACCISE SUI CARBURANTI, ASSICURAZIONI, REVISIONI, IVA E QUANT’ALTRO, E NON CONSENTIRE LORO DI UTILIZZARE GLI AUTOVEICOLI ANCHE SE A BASSO IMPATTO AMBIENTALE”.

PAVAN BERNACCHI: "IL 2017 PARTE COME UN DRAGSTER, LASCIANDO STUPEFATTI ANALISTI, CASE AUTOMOBILISTICHE E CONCESSIONARI. LE RAGIONI? DA UNA PARTE LA GUERRA DELLE CASE AUTOMOBILISTICHE CHE SI CONTENDONO IL MERCATO, FATTA A SUON DI PROMOZIONI CUI CONTRIBUISCONO ANCHE I CONCESSIONARI, DALL’ALTRA IL SUPER AMMORTAMENTO CHE RAFFORZA E SOSTIENE LA DOMANDA DELLE PARTITE IVA. MA PRIMA DI TRARRE QUALSIASI TENDENZA È OPPORTUNO ASPETTARE ALMENO LA CHIUSURA DEL PRIMO TRIMESTRE. AL GOVERNO UN MONITO: NON AUMENTATE L’IVA, NON PENSATE A PEDAGGI SULLE STRADE STATALI O ALTRO. GLI AUTOMOBILISTI, TARTASSATI PER ANNI SENZA SCRUPOLI, HANNO BISOGNO DI UNA DIMINUZIONE DELLA PRESSIONE FISCALE, NON DI AUMENTI”.

PAVAN BERNACCHI: "SI È CHIUSO UN ANNO ECCEZIONALE A DUE VELOCITÀ: IL +19,1% DEL PRIMO SEMESTRE E IL +12% DEL SECONDO HANNO PORTATO A CHIUDERE L'INTERO ANNO A +15,8% RISPETTO AL 2015. LA QUOTA A PRIVATI È RIMASTA STABILE MENTRE SONO ESPLOSI I NUMERI DELL'IMMATRICOLATO AD AZIENDE E NOLEGGI. NUMERI, È BENE RICORDARLO, REGISTRATI SOPRATTUTTO PER VIA DEL SUPERAMMORTAMENTO DEL 140%, OTTENUTO GRAZIE ANCHE AL NOSTRO IMPEGNO NEI CONFRONTI DEL GOVERNO. E IL 2017? OSSERVANDO LA SITUAZIONE POLITICA ED ECONOMICA DEL NOSTRO PAESE RITENIAMO CHE POTRÀ ESPRIMERE CIRCA 1.900.000 IMMATRICOLAZIONI (+4%). MA NON CI STUPIREMMO SE SI VERIFICASSE UNA CONTRAZIONE”.

NEI 19 PAESI EMERGENTI LA QUOTA DI MERCATO È ALL’11%, LA FRANCIA AL 33%.