Venerdì, 22 Novembre 2019

FALLICO (CONOSCERE EURASIA): MERIDIONE ANTICIPA RIPRESA DEGLI SCAMBI ITALO-RUSSI.

Cresce sull’asse Napoli-Mosca l’export di tessile e abbigliamento (+26%), la prima voce dell’export campano verso la Russia. Calano gli alimentari (-4,8%), mentre riprendono i metalli (+31,5%). È la sintesi – secondo le elaborazioni su base Istat realizzate dell’Associazione Conoscere Eurasia e presentate oggi nel corso del terzo Seminario italo-russo di Napoli - delle esportazioni campane verso la Russia registrate nel 2016, che segnano una crescita dell’1,5% e performano così meglio rispetto alla media nazionale 2016 (-5,3%).

La corrispondenza letteraria tra il veronese Scipione Maffei e l’abate camaldolese Angelo Calogerà, tuttora custodita nella Biblioteca nazionale Russa di San Pietroburgo, torna alla luce grazie all’Associazione Conoscere Eurasia. E’ stato presentato oggi alla Biblioteca Capitolare di Verona il volume “Le lettere di Scipione Maffei ad Angelo Calogerà”: un’opera unica che raccoglie e pubblica per la prima volta mondo le 120 lettere, quasi tutte inedite, che il marchese scaligero scrisse, tra il 1729 e il 1754, al letterato veneziano (originario di Padova) e principale redattore di alcune fra le più rilevanti testate del giornalismo italiano del XVIII secolo.

“Il dato di crescita dell’export ligure verso la Russia (+14,7% a settembre 2016) è incoraggiante, ma non ancora soddisfacente rispetto alle potenzialità della regione. La tecnologia, con la meccanica di precisione e le apparecchiature, può rappresentare la carta vincente, grazie anche a una cantieristica in grado di rispondere a una domanda sempre più specializzata. Altro comparto a fortissimo tasso di crescita potenziale - ancora in gran parte inespresso - è il turismo”. Lo ha detto oggi a Genova il presidente di Banca Intesa Russia e dell’Associazione Conoscere Eurasia, Antonio Fallico, nel corso del primo seminario “Italia-Russia, l’arte dell’innovazione”, organizzato da Regione Liguria, Consolato Generale della Federazione Russa a Genova, Conoscere Eurasia, Roscongress e Forum Economico internazionale di San Pietroburgo in collaborazione con Intesa Sanpaolo, Banca Intesa Russia e Pavia e Ansaldo Studio legale.

“L'accordo sulla privatizzazione del 19,5% di Rosneft rappresenta un fatto storico ed è una possibilità importante per lo sviluppo globale di Rosneft. Ci saranno ancora altri progetti che riguarderanno la cooperazione con l'Italia, dove nel 2016 abbiamo esportato per un valore di 2,7mld di dollari”.

“Negli ultimi tre anni abbiamo assistito a una tensione geopolitica che ha avuto conseguenze rovinose sui rapporti economico-commerciali tra l’Italia e la Russia. Oggi sembra di assistere a un nuovo inizio, anche se lo shock di questo triennio non è stato archiviato: si riparte con circa 5mld di euro di esportazioni italiane in meno rispetto al 2013 e un interscambio crollato di quasi il 45%”. Lo ha detto oggi a Milano il presidente di Banca Intesa Russia e dell’Associazione Conoscere Eurasia, Antonio Fallico, ai lavori del quinto seminario “Italia-Russia, l’arte dell’innovazione”, organizzato dal Consolato Generale della Federazione Russa a Milano, Conoscere Eurasia, Roscongress e Forum Economico internazionale di San Pietroburgo in collaborazione con Intesa Sanpaolo, Banca Intesa Russia e Pavia e Ansaldo Studio legale.

PAVAN BERNACCHI: "A MAGGIO LANGUONO LE IMMATRICOLAZIONI A PRIVATI (+0,7%). VOLANO INVECE LE SOCIETÀ (+43%), MENTRE I NOLEGGI INCREMENTANO DI UN +4%”. IL MERCATO 2017 POTREBBE RIPORTARE IL ‘CONTACHILOMETRI’ APPENA AL DI SOTTO DI 2 MILIONI DI UNITÀ”.

PAVAN BERNACCHI: "AD APRILE ABBIAMO REGISTRATO UNA DIMINUZIONE DI AFFLUENZA PRESSO LE CONCESSIONARIE E DI CONSEGUENZA FLETTONO LE IMMATRICOLAZIONI, COMPLICE ANCHE L’ABBONDANTE INFORNATA DI ORDINI DEL PRIMO TRIMESTRE CHE HA ANTICIPATO UNA PARTE DELLA DOMANDA”.

PAVAN BERNACCHI: "LE IMMATRICOLAZIONI IN ITALIA TORNANO SOPRA LE 200.000 UNITÀ. MERCATO POMPATO O BOOM DEGLI ACQUISTI? EMBLEMATICHE LE 47MILA TARGHE DELL’ULTIMO GIORNO. MARZO SPINGE IL TRIMESTRE A +11,9%”.

PAVAN BERNACCHI: "IL 27% CIRCA DELLE IMMATRICOLAZIONI DEL MESE, OVVERO CIRCA 50.000 TARGHE, SONO STATE GENERATE L’ULTIMO GIORNO. TUTTO NORMALE O LA CARTINA DI TORNASOLE DI ENORMI FORZATURE FATTE A SUON DI AUTO-IMMATRICOLAZIONI E ALTRO?”. BLOCCHI DELLA CIRCOLAZIONE A TORINO. PAVAN BERNACCHI: “E’ ASSURDO BLOCCARE I DIESEL EURO 6 E I CARBURANTI ALTERNATIVI. INOLTRE È IMMORALE SPREMERE COME LIMONI GLI AUTOMOBILISTI A SUON DI BOLLI, SUPERBOLLI, ACCISE SUI CARBURANTI, ASSICURAZIONI, REVISIONI, IVA E QUANT’ALTRO, E NON CONSENTIRE LORO DI UTILIZZARE GLI AUTOVEICOLI ANCHE SE A BASSO IMPATTO AMBIENTALE”.