Sabato, 04 Aprile 2020

 

GIANOLLI (AD): PIÙ VICINO TARGET DA 1MLD DI EURO ENTRO 2021

 

OTTIMA PERFORMANCE REDDITUALE

  • Utile netto pari a 4,2 milioni, + 43% sul 2018

 

ULTERIORE CRESCITA DEL CORE BUSINESS NELL’AMBITO DEL “DISTRESSED FINANCING”

  • Turnover a 590 milioni, + 23% rispetto al 2018
  • Erogato a 445 milioni, +27% sul 2018

 

BASSO PROFILO DI RISCHIO ED ELEVATA QUALITà DEL PORTAFOGLIO

  • Net Non Performing Exposure Ratio a 0,6%[1], fra i più bassi del settore finanziario italiano

 

Milano, 20 gennaio 2020. Utile netto a + 43% sul 2018; turnover a +23%; erogato a +27%. Generalfinance, l’intermediario finanziario vigilato specializzato nel factoring verso le Pmi, in particolare quelle distressed, chiude il 2019 con tutti gli indicatori in crescita a doppia cifra. Lo comunica la società con sede a Milano e Biella guidata da Massimo Gianolli, in seguito all’approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione dei risultati preliminari al 31 dicembre 2019 - redatti secondo i principi contabili internazionali IAS/IFRS - avvenuta in data 17 gennaio u.s.

RACCA E BIONDINI, DUE NUOVI MANAGER PER RAFFORZARE LA SQUADRA. OBIETTIVO TURNOVER A 1,2 MLD EURO PUNTANDO SU UTP, DIGITALIZZAZIONE E INNOVAZIONE

Milano, 10 luglio 2019. Prosegue, anche nel primo semestre 2019, la crescita a doppia cifra di Generalfinance, factor specializzato nella finanza alle imprese “distressed”. Nei primi sei mesi dell’anno l’incremento del turnover è stato superiore al 20% rispetto allo stesso periodo 2018 e l’erogato si è incrementato del 30%, confermando il costante trend positivo che ha visto una crescita media annua (Cagr, periodo 2016-2018) dell’utile netto del 22%, ben al di sopra della media di settore.