Lunedì, 10 Dicembre 2018

Rassegna stampa (104)

Vini fermi sempre più fermi, sparkling sempre più “frizzanti”. E intanto la Cina smette di crescere.
Sul settimanale economico del Gambero Rosso, Tre Bicchieri, Loredana Sottile mette a fuoco le stime sul commercio vitivinicolo nel mondo presentate a wine2wine, con l'Italia che mette a segno nuovo record (export a 6,2 miliardi di euro), senza uscire però dalla zona d'ombra. 

Scarica il ritaglio completo 

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Nel pezzo di Lorenzo Frassoldati l'offensiva di Vinitaly-Veronafiere nei mercati asiatici, partita ai primi di novembre con l'apertura della sede a Shanghai nel centrale distretto business di Xuhui e proseguita a Hong Kong all'interno dello spazio targato Vinitaly e Sol&Agrifood nel Padiglione Italia dell'International Wine & Spirits Fair. 

Scarica il ritaglio completo

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Per fare gli agricoltori serve competenza. Antonio Boschetti, direttore de L'Informatore Agrario, spiega nel pezzo di Giuliano Zulin su Libero che la proposta del governo di regalare la terra è "priva di ogni significato tecnico ed economico. L'agricoltura è una cosa seria, bisogna essere imprenditori molto capaci per fare soldi. [...] Concedere il terreno a una famiglia che fa il terzo figlio è una banalizzazione della professione".

Scarica il ritaglio completo

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

"Con Eni e con l'Italia, come con tutti i partner e gli investitori internazionali, le relazioni sono ottime. Il problema sono le sanzioni contro la Russia: da strumento di pressione politica si sono trasformate nell'arma proibita della guerra economica globale. Così siamo precipitati nell'era della lotta finanziaria, che ha come obiettivo quello di distruggere i concorrenti degli Usa. Per la crescita e la stabilità dell'Europa le conseguenze saranno pesanti". Durante il suo intervento di ieri all'XI Forum economico eurasiatico di Verona Igor Sechin, presidente e ceo di Rosneft, mette in guardia sui rischi delle sanzioni. Ne parla questa mattina Giampaolo Visetti nel suo articolo per La Repubblica,  a pag. 37.

 

Scarica il ritaglio completo.

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn