Domenica, 26 Maggio 2019

AUTOMOTIVE DEALER DAY, AL GRUPPO AUTOSTAR IL PREMIO PER L’INNOVAZIONE GESTIONALE 2019

Mag 15, 2019

Una tecnologia dominante e centralizzata per snellire l’attività aziendale e garantire uno sviluppo rapido e autonomo. È questa l’intuizione alla base del “modello Autostar”, il piano di digital transformation che è valso allo storico gruppo fondato da Arrigo Bonutto il Premio per l’Innovazione gestionale 2019. Il riconoscimento, riservato al dealer che più si è distinto per innovatività nella gestione della propria azienda, è stato consegnato oggi nella sessione “Business Remix” all’Automotive Dealer Day, in corso fino a domani a Veronafiere.

Il percorso di innovazione di Autostar, avviato da diversi anni, è iniziato con l’introduzione di soluzioni digitali per la gestione delle attività aziendali e si è poi allargato alla dematerializzazione e all’evoluzione della business intelligence per il monitoraggio dei dati allo scopo di supportare il processo decisionale del business. Oggi l’azienda inizia una nuova fase evolutiva grazie al nuovo progetto di digital transformation, presentato dall’innovation manager Filippo Veronese, che, riprogettando i processi aziendali con una visione d’insieme, ha come obbiettivo l’ottimizzazione e l’automatizzazione delle attività e l’utilizzo sempre più puntuale dei dati per garantire servizi il più possibile customizzati sulle esigenze dei clienti. Per fare questo, il Gruppo ha selezionato la piattaforma di Customer Relationship Management “SalesForce” e l’ha resa la spina dorsale dell’architettura aziendale, sviluppando internamente le competenze per governare tale strumento ed eliminando tutte le tecnologie “di contorno” presenti in azienda. Le attività legate allo stock auto, l’intero flusso delle vendite, le campagne di marketing, i dati e la relazione con il cliente vengono oggi gestiti attraverso la piattaforma, che verrà portata anche nel management della logistica e del service. Questo modello ha consentito una sensibile riduzione dei costi di gestione delle soluzioni tecnologiche in uso, con un risparmio che a sua volta contribuisce a investire nel processo di innovazione intrapreso e consente all’azienda di diventare estremamente più flessibile e adattabile ai costanti cambiamenti del mercato e dei bisogni dei clienti. Tra le soluzioni attuate, l’azienda, convinta che l’innovazione debba partire dalle persone, ha introdotto l’innovativo metodo di lavoro Agile e sta sperimentando una piattaforma LMS (Learning Management System) per la formazione online, proposta in una logica di gamification e di social learning.
Il presidente Arrigo Bonutto ha sottolineato: “Per raggiungere questo obiettivo Autostar ha intrapreso un percorso di innovazione che non riguarda soltanto la tecnologia, ma l’intera architettura dell’azienda, sempre più smart e disponibile a soddisfare le necessità dei clienti. Dopo un primo periodo in cui sono state inserite in azienda piattaforme e soluzioni digitali all’avanguardia, oggi abbiamo intrapreso una seconda fase, in cui puntiamo ad ottimizzare il sistema e a diventare un vero e proprio hub in cui sperimentare le tecnologie del futuro. La strada è ancora lunga, ma siamo convinti che la direzione sia quella giusta, perché solo continuando ad investire sulla digitalizzazione e sulla formazione continua dei dipendenti si può pensare di rimanere competitivi anche in futuro.”
Con 11.800 auto vendute e 48.000 clienti serviti in un anno, nel 2018 il Gruppo Autostar ha realizzato 317 milioni di euro di fatturato (+ 21.45% sul 2017), con 11.8 milioni di EBITDA (+32%) e 2,7 milioni di euro di investimenti. Conta 12 sedi distribuite in 6 province in Friuli Venezia Giulia e Veneto Orientale, dove è oggi un punto di riferimento per i marchi Mercedes-Benz, AMG, Smart, BMW, BMWi, MINI, BMW Motorrad, Maserati e Mercedes-Benz Van. È attivo nel resto d'Italia attraverso il reparto di vendita e assistenza online.
Il Premio per l’Innovazione gestionale è un’iniziativa di Quintegia e InterAuto News, realizzata con il sostegno di Findomestic. Quest'anno la società di credito al consumo del Gruppo BNP Paribas ha scelto un premio green per i dealer più innovativi: agli otto partecipanti, infatti, saranno consegnati 32 alberi, acquistati attraverso la società specializzata Treedom, che verranno piantati in Kenia, Camerun e Madagascar contribuendo a realizzare sistemi agroforestali nei terreni di contadini locali che si prenderanno cura degli alberi e godranno dei loro frutti. Questo permetterà loro di avere fonti alternative di reddito e contribuirà alla loro sicurezza alimentare. Inoltre gli alberi assorbiranno CO2 e produrranno ossigeno, con benefici per tutto l’ambiente.

 

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn